Descrizione

ALDEIDE FORMICA INFORMAZIONI:

La formaldeide (o aldeide formica, nome IUPAC: metanale) è la più semplice delle aldeidi. La sua formula chimica è CH2O, il suo numero CAS è 50-00-0. In soluzione acquosa al 24% è commercialmente nota anche con il nome di formalina.

CONDIZIONI DI VENDITA RISTRETTE:

Gentile Cliente

La presente per informarvi che il Reg.2018/675, pubblicato il 4 maggio 2018, inserisce nelle Appendici dell’Allegato XVII del REACH molte sostanze CMR (Cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione) con effetto dal 1 Dicembre 2018. Fa eccezione la formaldeide, per la quale la restrizione è già applicabile dal 25 maggio 2018. Per queste sostanze si applica la restrizione 28 e/o 29 e/o 30 dell’Allegato XVII del REACH. Pertanto la vendita è consentita solo agli utilizzatori professionali che acquistano con fattura, tutte le altre transazione verranno annullate.

INFORMAZIONI:

La formaldeide o aldeide formica è un potente battericida; per questo motivo, soluzioni acquose che la contengono trovano largo impiego come disinfettanti per uso domestico; nella produzione di tessuti a livello industriale viene utilizzata come battericida. Soluzioni di aldeide formica vengono anche utilizzate per conservare campioni di materiale biologico. Trova del resto vasto impiego anche nelle tecniche di imbalsamazione.

Viene anche utilizzato in soluzione acquosa (formalina) per la produzione di vaccini, sia per produrre anatossine (o tossoidi), cioè tossine che perdono la tossicità ma mantengono la immunogenicità, a partire da tossine batteriche, sia per produrre vaccini basati su microrganismi uccisi.aldeide formica

La maggior parte della formaldeide prodotta è destinata però alla produzione di polimeri e di altri composti chimici.

Per reazione con il fenolo polimerizza dando la bachelite, una resina termo-indurente. In maniera analoga reagisce con l’urea e la melammina, le cui resine trovano uso come laminati plastici, adesivi e schiume isolanti.

La formaldeide è anche un reagente impiegato per produrre altri composti organici; molti di essi sono polioli, come la pentaeritrite.

Tra gli additivi alimentari è identificata dalla sigla E 240, ed è usata come conservante. Difatti è presente nel fumo di legno ed è, insieme ai polifenoli, responsabile della conservazione dei prodotti alimentari affumicati.

La formaldeide, insieme all’urea, è impiegata come vernice collante di pannelli in legno di truciolato, nobilitato o Medium-density fibreboard (MDF); è contenuta, inoltre, nei pannelli fonoassorbenti dei controsoffitti e nelle pareti divisorie degli uffici open space. Negli anni tende a volatilizzarsi nell’ambiente circostante.

Viene utilizzata per la produzione di isoprenolo.

Nella tintura tessile è usata nell’applicazione con i naftoli per dare maggiore stabilità alle soluzioni naftoliche e nel trattamento successivo di alcune tinture ottenute con coloranti diretti con lo scopo di migliorarne le solidità all’acqua ed ai lavaggi in generale.