Descrizione

ACIDO SALICILICO:

L’acido salicilico è un acido carbossilico incolore cristallino, sintetizzato mediante il metodo Kolbe. Viene identificato come ormone vegetale.

È tossico se ingerito in notevoli quantità, ma se utilizzato in opportune quantità è utile per la conservazione dei cibi e funge da antisettico nel dentifricio. Il gruppo carbossilico, -COOH, reagisce facilmente con gli alcoli per produrre esteri.

Le proprietà curative dell’acido salicilico erano note fin dall’antichità, tant’è che la sostanza veniva estratta dalla pianta del salice, da cui deriva il nome. A partire dall’Ottocento estratti di salicina, un glicoside formato da glucosio ed acido salicilico, sono stati impiegati in medicina come antinfiammatorio nel trattamento dell’artrite reumatoide. Successivamente ne sono stati sintetizzati numerosi derivati, che costituiscono la classe dei salicilati, dei quali il più noto è l’acido acetilsalicilico (aspirina).
Inoltre, trova impiego in dermatologia, per le cure della psoriasi. Infatti tale composto ha proprietà cheratolitiche: viene posto sulla superficie da detergere in soluzione alcolica al 6%. Dopo alcuni minuti vi sarà evaporazione della parte alcolica e precipitazione il quale esplica la sua azione nei confronti del cheratinocita.